Verso il voto

Conte travolto dall'affetto della gente a Napoli, non riesce neppure a parlare: deve quietare una signora con un bacio

Un bagno di folla dopo l'altro, dalla sua Puglia del cuore, dove ieri ha chiuso una entusiasmante due giorni in provincia di Foggia, al calore della Campania.

Il Corriere Redazione

03 Settembre 2022 - 20:26

A Napoli il leader dei 5 Stelle viene letteralmente preso d'assalto dall'affetto della gente, con le persone che lo chiamano, reclamano la sua presenza, tanto da non riuscire neppure a rilasciare interviste ai giornalisti. Il momento in cui si ferma per quietare una signora, mandandole un bacio a distanza, è spettacolare

"Ancora una volta il M5s sara' la sorpresa delle prossime elezioni". Giuseppe Conte arriva in Campania per un tour elettorale sull'onda dei sondaggi che danno il Movimento in crescita: sottolinea di non credere alle rilevazioni ("Abbiamo risparmiato un sacco di soldi non commissionandole") ma indubbiamente l'aria che si respira tra i suoi e' positiva, rinforzata dall'accoglienza che Napoli, storica roccaforte del M5s, riserva all'ex premier. Cori, applausi, strette di mano accompagnano la passeggiata nei dintorni di via San Gregorio Armeno, tra napoletani, turisti e artigiani del presepe: "I giornali hanno gia' decretato chi vince e chi perde e come sempre non hanno calcolato il M5s, che e' stato anche un po' emarginato nel dibattito. Ora decidono i cittadini, e noi vediamo, come qui a Napoli, tantissimo entusiasmo e attenzione". Oggi nel capoluogo campano il leader del M5s si incrocia a distanza con l'ex compagno di partito Luigi Di Maio: il ministro degli Esteri decide infatti una veloce puntata a Napoli nelle stesse ore del tour di Conte, in una diversa zona del centro storico. A chi chiede a Di Maio di questo 'derby', il ministro risponde: "Sono qui come esponente del Governo per incontrare gli operatori economici in sofferenza per il caro energia". Nessuno dei due parla dell'altro, mentre abbondano le stoccate di Conte all'ex alleato dem: "Con questo vertice del Pd sara' assolutamente improbabile poter dialogare, dopo il cinismo e l'opportunismo con cui hanno buttato a mare un'agenda progressista sulla quale abbiamo lavorato proficuamente con loro. Il voto utile? E' quello al Movimento, unica forza politica che quando prende degli impegni in campagna elettorale guarda in faccia i cittadini e li rispetta per i cinque anni successivi". Nella folla che accoglie l'ex premier ci sono anche molti percettori del reddito di cittadinanza. "Ma finiamola con le stupidaggini, Napoli non e' solo questo, qui c'e' tanta sofferenza e poverta' ma il reddito puo' riguardare chiunque, anche chi transitoriamente perde il lavoro. Questa e' la capitale del Mediterraneo, citta' ricca di potenzialita': e se riparte il Sud riparte il Paese". Conte ribadisce la posizione sul caro energia: "Bisogna riscrivere la norma sugli extraprofitti ed estenderla ad altri comparti, avere il coraggio di scontentare un po' di industriali che hanno fatto tanta speculazione durante la pandemia. Ad esempio, il settore farmaceutico e quello assicurativo". Se non bastassero le risorse, si' allo scostamento di bilancio. Il leader incontra poi in periferia un'associazione per i minori a rischio, e infine si sposta a Pollica-Acciaroli (Salerno) per ricordare il 'sindaco pescatore' Angelo Vassallo, ucciso dodici anni fa in un agguato. Il fratello del sindaco, Dario, e' al fianco di Conte come candidato al Senato: "Con la sua guida - dice - i Cinque Stelle sono il movimento che piu' si avvicina alle idee ambientaliste di Angelo, sono gli unici che parlano di lotta alle mafie e ai sistemi di potere politico-mafioso sui territori". L'ex premier partecipa alla marcia in memoria del sindaco, e sul luogo dell'uccisione conclude: "Vogliamo la verita' su quel delitto. La politica stia al fianco di chi si batte per la giustizia e la legalita'".

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

La campagna elettorale tra promesse e litigi

La campagna elettorale tra promesse e litigi

Cono d'ombra

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Cono d'ombra

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA