Il fatto

Giornalisti genuflessi a Draghi: questo mestiere è proprio finito

Applausi, ossequi genuflessi, codazzi di prostrazione: è lo spettacolo offerto dai giornalisti verso Mario Draghi al termine della conferenza stampa di fine anno con il presidente del Consiglio, tenuta questa mattina.

Il Corriere Redazione

22 Dicembre 2021 - 14:38

Dopo il silenzio della categoria alla censura di Mattarella delle testate che hanno osato dare spazio ai non vaccinati, ecco un altro esempio di schiena dritta da parte dei massimi esponenti del mondo dell'informazione. È proprio vero: questo mestiere è davvero finito.

"A prescindere dall'autorevolezza del premier che gode già di un'ampissima maggioranza, il ruolo della stampa è ben altro che quello partigiano di esprimere un proprio sostegno. Vorremmo sapere come questa manifestazione si concili con il ruolo dei media, guardiani della democrazia. O forse si trattava solo di persone dello staff di palazzo Chigi, pagate per servire e, quindi, applaudire. Resta il fatto che lo spettacolo dato in una conferenza stampa del Capo del governo italiano non può somigliare a quelle cui ci ha abituati Kim Jong-un", dice il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli, di Fratelli d'Italia, commentando l'applauso in sala stampa

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

La campagna elettorale tra promesse e litigi

La campagna elettorale tra promesse e litigi

Cono d'ombra

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Cono d'ombra

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA