La follia

Brunetta ammette che il green pass è uno «geniale» strumento di cattiveria del governo Draghi verso gli italiani

«Il gioco da fare è aumentare il costo della non vaccinazione». Come fare? Con il «geniale» certificato verde che aumenta i costi, psichici e monetari, «per gli opportunisti contrari al vaccino e li costringe a fare il tampone»

Il Corriere Redazione

25 Settembre 2021 - 16:13

L'affermazione del ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, all'evento Linkontro NielsenIQ 2021 tenuto a Venezia il 10 settembre scorso, è sconcertante (anche nel godimento che prova quando lo spiega) perché rivela una strisciante, consapevole, cattiveria del Governo nel costringere gli italiani a fare il vaccino, ricattandoli con il ricorso ai tamponi onerosi (in altri Paesi addirittura gratuiti). Il green pass, quindi, voluto non come strumento di prevenzione ma di ricatto da parte del Governo che, in tal modo, sfugge alla responsabilità di imporre la vaccinazione obbligatoria

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady