La coerenza

Quando Orlando giurava: «Escluso l'appoggio a un governo, anche di Draghi, con Salvini». Oggi fa il ministro con Salvini

Era il 12 gennaio scorso, solo un mese fa, quando l'esponente del Pd dalla Gruber dichiarava di escludere «totalmente» l'appoggio ad un governo di unità nazionale, anche se a guidarlo dovesse essere Draghi

Il Corriere Redazione

14 Febbraio 2021 - 11:57

«Non è un problema di Draghi, anche se venisse Superman...». Così Orlando escludeva, anche in caso puramente ipotetico, un appoggio del Partito Democratico ad un governo con la Lega, anche se fosse stato di salute pubblica o unità nazionale. Ieri ha giurato da ministro del Lavoro del governo Draghi, con Salvini.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady