L'intervista

Rotondi ravviva l'anima green della Democrazia Cristiana

Tre giorni di convention democristiana a Saint-Vincent, dove ogni anno la DC inaugurava, a settembre, la stagione politica. "Il COVID non ha fermato la voglia di dibattito moderato" dice Gianfranco Rotondi che sul palco ha fatto salire tutti, ma proprio tutti. Paragone con Cesa, Pecoraro Scanio con Rampelli, Gelmini con Rosato.

Il Corriere Redazione

12 Ottobre 2020 - 10:26

Al centro del confronto politico il tema dell'ambiente. L'Enciclica di Papa Francesco tradotta in Recovery Fund: per la precisione il 37% destinato alla green economy.

IL MESSAGGIO DI CONTE

"Il ruolo e l'impegno dei cattolici italiani in politica risultano essere fondamentali per limitare le disuguaglianze e garantire alle nuove generazioni di poter vivere in una società più equa, più sostenibile, più inclusiva". D'altra parte "il Governo riserva a questi temi la massima attenzione, certo che le grandi sfide, devono ancora essere affrontate con la lungimiranza dell'obiettivo e con l'ottimismo della ragione". Lo afferma, fra l'altro, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in un messaggio inviato alla kermesse centrista annuale di Saint Vincent organizzata dalla fondazione Dc dell'ex ministro Gianfranco Rotondi, oggi parlamentare di Forza Italia. "Gentile onorevole, caro Gianfranco, apprendo dell'intenso programma previsto nelle giornate del 9, 10 e 11 prossimi a Saint Vincent, in occasione del Congresso "Laudato sì: la politica cristiana dal bianco al verde", organizzato a cura della Fondazione Fiorentino Sullo e La ringrazio del cortese invito. Nell'impossibilità d'intervenire a causa di impegni istituzionali - scrive Conte a Rotondi- desidero esprimerLe il mio più vivo interesse verso i temi trattati e il mio apprezzamento per l'iniziativa. Il dibattito, che prende avvio dalla seconda enciclica del Papa, la "Laudato sì" del 2015, affronta temi di assoluto rilievo, quali la tutela dell'ambiente. Viene posto l'accento sulla necessità che l'economia mondiale coniughi l'adeguato utilizzo di risorse naturali con la legittima domanda di lavoro e di crescita dei Paesi più poveri. In questa prospettiva,l'occasione mi è gradita per porgere a Lei e a tutti i partecipanti il mio saluto e l'augurio di buon lavoro" 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady