L'orgoglio azzurro

Berrettini a testa alta contro Djokovic a Wimbledon «È stato un lungo viaggio. Non è la fine, ma un nuovo inizio»

"E' una sensazione incredibile, troppe da poter gestire in una volta". Così Matteo Berrettini racconta le sue emozioni dopo la finale di Wimbledon che lo ha visto sconfitto contro Novak Djokovic.

Il Corriere Redazione

11 Luglio 2021 - 19:06

Berrettini a testa alta contro  Djokovic a Wimbledon «È stato un lungo viaggio. Non è la fine, ma un nuovo inizio»

"Nole è stato più bravo di me anche in questo, sta scrivendo la storia di questo sport. Sono contento per questa finale, spero non sarà l'ultima. E' una onore essere qui, ho avuto grandi sensazioni. Ci voleva quel passo in più. Complimenti al team di Novak, vincono tantissimo. E' stato un lungo viaggio, questo non è una fine ma un inizio di carriera. Continueremo a provarci".

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady