Il fatto politico

Tirata d'orecchie di Berlusconi a Mattarella: «Se fossi stato Presidente della Repubblica, sarei andato a parlare con Putin»

«La crisi Ucraina? Ho pensato che se io fossi stato Presidente della Repubblica, sarei potuto andare a Mosca, e ripetere con Putin quello che ho fatto nel 2008». Così Silvio Berlusconi, alla stampa, a a margine del suo voto a Milano per i referendum.

Il Corriere Redazione

12 Giugno 2022 - 11:02

Tirata d'orecchie di Berlusconi a Mattarella: «Se fossi stato Presidente della Repubblica, sarei andato a parlare con Putin»

Un ammonimento, quello del leader di Forza Italia, che vale anche per Draghi che ieri si è fatto vanto di voler andare, con Macron e Scholz, da Zelensky. Che ci vanno a fare a Kiev? È a Mosca che devono recarsi per tentare di convincere lo zar a mettere fine alla guerra

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady