Il caso

Ha tradotto Dante, Petrarca, Montale, ma Di Maio esclude dalla giuria del Premio Strega il grande italianista Solonovich perché russo

Lo conferma Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Bellonci a Repubblica, precisando che “quanto deciso prescinde totalmente dall’organizzazione del Premio” e che è la Farnesina a coordinare “la partecipazione degli Istituti italiani di cultura”.

Il Corriere Redazione

10 Maggio 2022 - 11:21

Ha tradotto Dante, Petrarca, Montale, ma Di Maio esclude dalla giuria del Premio Strega il grande italianista Solonovich prché russo

Il massimo italianista russo Evgenij Solonovich

La notizia è stata data su Facebook dalla slavista Olga Strada, ex direttrice dell’Iic di Mosca dal 2015 al 2019: «Ho appena saputo - ha scritto - che il massimo italianista russo Evgenij Solonovich, e Anna Jampol’skaja, anche lei celebre italianista sono stati esclusi dal comitato organizzativo del Premio Strega in quanto russi. Per scelta del ministero degli Esteri. Di fronte a queste decisioni insensate non posso che indignarmi!». Chi non s'indigna è, invece, il ministro Franceschini per questo affronto alla Cultura. Così come ad indignarsi dovrebbero essere gli stessi organizzatori dello Strega, se hanno un minimo di dignità intellettuale e morale

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

La campagna elettorale tra promesse e litigi

La campagna elettorale tra promesse e litigi

Cono d'ombra

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Cono d'ombra

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA