La guerra in corso

La Camera autorizza Draghi a inviare armi in Ucraina e personale militare alla Nato

L’aula alla Camera ha approvato in prima lettura, con 367 voti a favore, 25 contrari e 5 astensioni, il dl Ucraina. Il decreto, che scade il 26 aprile, deve passare all'esame del Senato.

Il Corriere Redazione

17 Marzo 2022 - 13:10

La Camera autorizza Draghi a inviare armi in Ucraina e personale militare alla Nato

Previsto l'invio di mezzi, materiali ed equipaggiamenti militari all'Ucraina.  Si autorizza fino al 30 settembre la partecipazione di personale militare all’iniziativa della Nato. È inoltre previsto l’invio di 77 mezzi terrestri, 2 mezzi navali e 5 mezzi aerei.  La consistenza massima per lo svolgimento delle missioni è pari a 1.970 unità, con un onere di poco superiore a 88 milioni di euro, di cui circa 67 milioni nel 2022 e 21 milioni nel 2023. Leggi tutto

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady