Lo scontro

Oggi le comiche nel governo Draghi: tra Lamorgese e Salvini volano gli stracci fradici di rancore

Lo scontro fra la titolare del Viminale e il segretario del maggiore partito di maggioranza del centrodestra diventa pubblico e diretto. Con il premier che, nel suo ritiro estivo, si gode il vergognoso spettacolo, come se fosse un qualsiasi avventore di una avvinazzata bottega

Il Corriere Redazione

16 Agosto 2021 - 09:16

Oggi le comiche nel governo Draghi: tra Lamorgese e Salvini volano gli stracci fradici di rancore

La ministra chiama in causa l'intero Governo di cui la Lega è fra i maggiori azionisti e personalmente Mario Draghi per responsabiità delle sue scelte passate, presenti e future. E Matteo Salvini, per tutta risposta, definisce nulla facente l'impegno del Viminale contro l'immigrazione clandestina

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady