Il punto

Che pena che fa il povero Salvini

È davvero difficile reggere il peso di una doppia personalità politica per il leader della Lega nel sostenere ed elogiare Draghi e, al contempo, attaccare le politiche del governo capeggiato da Draghi, di cui fa parte

Il Corriere Redazione
Che pena che fa il povero Salvini

Prendiamo solo l'ultimo caso, quello dell'aggressione ai Carabinieri di Marotta, per cui l'indignazione del capo del Carroccio è condivisibile. «Si continuano a far sbarcare centinaia di clandestini (800 solo nelle ultime 24 ore), mentre agli italiani si chiedono regole e rigore: una situazione inaccettabile», scrive il leader della Lega, usando un impersonale "si continuano", "si chiedono". Oh, Salvini: è il tuo governo che fa sbarcare i clandestini e chiede regole e rigore! Quindi, o taci o lasci il governo Draghi: le due parti in commedia sono davvero penose. 

Continua a leggere l'articolo abbonandoti

Sei solo tu a decidere se il nostro impegno vale: sostienilo, con un terzo di quello che spenderesti al giorno per un caffè

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady