Il caso

Vaccini, il presidente dei penalisti Caiazza: «Perché a magistrati e cancellieri si e agli avvocati no?»

«Sono lieto che Anm lo sottolinei con chiarezza, senza distinzioni al proprio interno, come purtroppo avviene in alcune regioni dove si vaccinano magistrati e personale di cancelleria, ma non gli avvocati. Per esempio a Catanzaro»

Il Corriere Redazione
Vaccini, il presidente dei penalisti Caiazza: «Perché a magistrati e cancellieri si e agli avvocati no?»

Gian Domenico Caiazza

"La determinazione dei criteri di priorità nelle vaccinazioni deve essere unica a livello nazionale". E' Gian Domenico Caiazza, presidente dell'Unione Nazionale Camere Penali Italiane, a sottolineare che "se si deroga ai criteri per età, a parte gli estremamente fragili, è del tutto ovvio che il servizio pubblico essenziale della giustizia debba essere considerato prioritario.

Continua a leggere l'articolo abbonandoti

Sei solo tu a decidere se il nostro impegno vale: sostienilo, con un terzo di quello che spenderesti al giorno per un caffè

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady

El Diegon: il dialogo platonico su Maradona

El Diegon: il dialogo platonico su Maradona

L'Ironlady