Il caso

Un po' di solidarietà a Renzi: non poteva sapere che le mani da cui prende i soldi erano sporche di sangue

Povero Matteo: dopo gli insulti che lo bollano come bugiardo seriale, ora anche le accuse di frequentazioni a pagamento con il principe ereditario saudita, Muhammad bin Salman, che l'America ha rivelato essere colui che approvò l'operazione per "catturare o uccidere" il giornalista dissidente Jamal Khashoggi.

Il Corriere Redazione

27 Febbraio 2021 - 14:51

Un po' di solidarietà a Renzi: non poteva sapere che le mani da cui prende i soldi erano sporche di sangue

Secondo quando riportato dal "Domani" il senatore Renzi è membro del comitato consultivo dello FII Institute, un organismo controllato dalla famiglia reale saudita: per sedere nel board viene pagato fino a 80mila dollari l’anno. Ecco perché, almeno per il leader di "Italia Viva", l'Arabia è la culla del nuovo rinascimento. Che poi grondi sangue, Renzi mica poteva saperlo. O no?

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

La campagna elettorale tra promesse e litigi

La campagna elettorale tra promesse e litigi

Cono d'ombra

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Cono d'ombra

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA