La politica del possibile

La scappatella galeotta tra il "compagno" Salvini e il "celodurista" Zingaretti

Attenzione: non c'è niente di scandaloso che i segretari di due partiti diametralmente opposti, ora alleati dopo una valanga di scambievoli insulti, collaborino "per il bene del Paese"; ma perché farlo di nascosto?

Il Corriere Redazione
La scappatella galeotta tra il "compagno" Salvini e il "celodurista" Zingaretti

Salvini e Zingaretti

A vergognarsene sembra essere più il PD, che ha voluto sempre distinguersi per un certo ritegno, trincerato, a differenza Lega, dietro un "no comment" per darsi parvenza di stretto riserbo sull'incontro e i suoi contenuti tra i rispettivi leader

Continua a leggere l'articolo abbonandoti

Sei solo tu a decidere se il nostro impegno vale: sostienilo, con un terzo di quello che spenderesti al giorno per un caffè

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady