La crisi di governo

5 Stelle e Pd calano le brache, proni ai desiderata di Renzi

Il ricattatore politico più famoso d’Italia ha vinto. Spaventati dal dover lasciare le poltrone a cui si sono affezionati, i grillini - non più di lotta, ma di governo - capeggiati da Vito Crimi alla fine calano testa e braghe al cospetto di Matteo Renzi

Il Corriere Redazione

30 Gennaio 2021 - 15:06

5 Stelle e Pd calano le brache, proni ai desiderata di Renzi

Il senatore di Rignano ora li terrà tutti in pugno, detterà l’agenda di Governo, mettendosi sotto i piedi anche il Pd ogni altra volta che recidivamente tornerà ad alzare il prezzo su una qualsiasi cosa pur di riguadagnarsi la scena e tenere in ostaggio l’Italia. Un signore che vale il 2% dei consensi che dà scacco matto a tutto il resto della maggioranza. Roba da non crederci. 

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady