crisi ucraina

Zazo, l'eroe italiano di Kiev: l'ambasciatore in Ucraina ha portato in salvo 20 bambini

Nel trasferimento dell'ambasciata d'Italia da Kiev a Leopoli ancora in corso - a quanto apprende l'ANSA - l'ambasciatore Pier Francesco Zazo, originario di Benevento, è riuscito a portare in salvo anche 20 minori, tra questi 6 neonati, che aveva accolto in ambasciata in questi giorni perché privi di un posto sicuro dove stare

Il Mattino di Basilicata

01 Marzo 2022 - 16:43

Zazo, l'eroe italiano di Kiev: l'ambasciatore in Ucraina ha portato in salvo 20 bambini

Ambasciatore italiano in Ucraina Pier Francesco Zazo

L'ambasciatore Zazo è stato l'ultimo rappresentante diplomatico europeo, in ordine di tempo, a trasferire l'ambasciata a Leopoli, una decisione dettata dalla necessità di assicurare la piena operatività della sede diplomatica a sostegno dei connazionali. L'ANSA ha raccolto la testimonianza telefonica di uno degli italiani rientrato da Kiev insieme alla famiglia nelle scorse ore. "Sono ore drammatiche, abbiamo vissuto momenti difficilissimi, in cui abbiamo avuto paura anche di perdere la vita - racconta il connazionale che preferisce restare anonimo - Vorrei ringraziare l'Ambasciatore Zazo e tutto il suo staff per l'aiuto che ha dato agli italiani bloccati in Ucraina. Ci ha aperto le porte dell'Ambasciata, insieme a decine di altre persone, fra cui moltissimi bambini. Siamo stati accolti nell'abitazione dell'Ambasciatore che ci ha messo a disposizione cibo e un rifugio. Ora sono al sicuro in Italia, ma sento dagli amici ucraini che la situazione a Kiev è molto peggiorata e i rischi di un attacco sulla città sono concreti. Spero davvero riescano a mettersi in salvo, e che questa guerra disumana e senza senso finisca al più presto". "Grande orgoglio l'ambasciatore italiano in Ucraina Pier Francesco Zazo, che nel trasferimento dell'ambasciata da Kiev a Leopoli ha portato in salvo un gruppo di minori e neonati. L'ennesima riprova del lavoro straordinario del corpo diplomatico e delle forze armate. Grazie". Lo scrive in un tweet il sottosegretario agli Affari europei Enzo Amendola.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady