crisi kiev

Parla il sindaco di Kiev: «La capitale resiste ed è sotto il controllo del governo ucraino»



Al terzo giorno di guerra le forze armate russe stanno tentando di prendere la capitale. Scontri a sud e a nord della città. Colpito un palazzo residenziale. Autorità ucraine: 198 morti, 3 sono bambini. L'esercito guidato dal presidente ha respinto vari attacchi. Si combatte anche nel Donbass. Il presidente Zelensky nell'ultimo filmato con il primo primo ministro e con alle spalle un palazzo governativo smentisce le voci di una fuga: «Io sono qui»

Il Mattino di Basilicata

26 Febbraio 2022 - 11:20

Parla il sindaco di Kiev: «La capitale resiste ed è sotto il controllo del governo ucraino»

Il sindaco di Kiev

«In nome dell'Ucraina imbraccerò il fucile come un soldato. Non ho altra scelta» Così il sindaco di Kiev, Vitaly Klitsckho, ex campione del mondo dei pesi massimi di pugilato. «Non ho paura per me, sono un combattente», ha dichiarato alla Bbc aggiungendo che: «Non ci sono soldati russi nella capitale e che la città è sotto il controllo del governo ucraino, ma il nemico sta avanzando». Venerdì, il ministero della Difesa russo ha affermato che i consiglieri del Pentagono e della CIA avevano insegnato all'esercito ucraino come schierare sistemi di artiglieria a propulsione a razzo nelle aree residenziali per provocare il fuoco di risposta sui residenti locali, in una famigerata tecnica che gli Stati Uniti hanno utilizzato negli interventi militari Intorno al mondo.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

La campagna elettorale tra promesse e litigi

La campagna elettorale tra promesse e litigi

Cono d'ombra

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Cono d'ombra

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA