Buzzi accusa “il nuovo vice sindaco di Roma è colpevole di falso in bilancio"

Redazione

04 Novembre 2021 - 20:54

Buzzi accusa  “il nuovo vice sindaco di Roma è colpevole di falso in bilancio"

Cosa ne pensa della polemica del Fatto Quotidiano sulla presenza in giunta Gualtieri di tre indagati poi archiviati per Mafia Capitale?

Che hanno mancato il bersaglio. Il vero scandalo è che Assessore al Bilancio e addirittura vice sindaco sia Silvia Scozzese, che quando ricoprì il ruolo di Assessore al Bilancio della giunta Marino si rese corresponsabile con il suo predecessore Laura Morgante ed il sindaco di un grave falso in bilancio da oltre 11 milioni di euro, cosa per la quale misteriosamente nonostante le prove emerse in Tribunale nel nostro processo non sono stati perseguiti.

Ci può motivare questa grave accusa?

Nel 2013 Eriches e altre quattro coperative hanno svolto il servizio Misna (assistenza ai minori), il cui costo era da noi relazionato al Comune ogni mese. Quell'anno viene eletto Marino che dichiara crisi finanziaria quando approva il bilancio preventivo (assessore Morgante) il 31 luglio 2013. L'assestamento del bilancio preventivo verrà approvato il 3 dicembre ad anno fiscale concluso. Il comune di Roma per approvare bilancio e assestamento preventivo con meno passività, nasconde le somme dovute per il servizio Misna per il semestre gennaio-giugno '13, mettendo in bilancio solo quelle di luglio-dicembre, scelta politica perché il primo semestre governava Alemanno, come se non ci fosse continuità amministrativa con il cambio di sindaco. I crediti certi e legittimi delle 5 cooperative ammontavano a 11.293.152,66 euro (teniamo conto che il nostro consorzio deve pagare pure altri beneficiari del credito). Questa scelta danneggia incredibilmente le Cooperative a livello economico, e lo stesso Tribunale, nella sentenza Mafia Capitale, scrive: "Si può fondatamente dubitare della legittimità stessa del debito", confermando le mie parole. Ma nonostante questo, l'inerzia della Procura in questa direzione è stata e rimane totale.

Perché secondo lei?

Perché in questo modo hanno potuto contestarmi cinque corruzioni, quando invece sono io ad essere stato concusso, e la cosa non era evidentemente compatibile con un teorema che mi voleva capo mafia. Questa la realtà, le carte del Tribunale lo dimostrano, e lo ho scritto pure nel mio libro "Se questa è mafia", documentando tutto accuratamente, tanto che nessuno mi ha querelato, scegliendo solo tutti di silenziare la cosa il più possibile. I fatti, provati anche dalle intercettazioni, sono che ben tre capigruppo di maggioranza su quattro mi hanno chiesto soldi o assunzioni per approvare un nostro credito che ho dimostrato essere legittimo e dovuto e che se no avremmo perso con conseguenze economiche catastrofiche per noi, a causa del falso in bilancio dei quali sono responsabili Marino, Morgante e Scozzese.

Perché anche Silvia Scozzese?

Perché nel giugno 2014 è subentrata a Morgante ed il 30 ottobre dello stesso anno ha di nuovo approvato il bilancio fasullo, rendendosi complice del suo predecessore e del sindaco. Voglio ricordare che per la stessa identica cosa, ma lì erano solo 4 milioni e mezzo e non oltre 11, l'ex sindaco di Torino Appendino è stata condannata a sei mesi per falso in atto pubblico. Ma Marino, Morgante e Scozzese, nonostante il Tribunale abbia confermato la mia ricostruzione nella mia condanna, non sono stati nemmeno inquisiti, e io condannato per corruzione quando ero concusso, tutto per non far incrinare il teorema Mafia Capitale. Cosa che ho denuciato anche nella mia testimonianza in tribunale questo 15 ottobre nel nuovo processo, che si può ascoltare su Radio Radicale. Ma la cosa che trovo più grave è che una delle responsabili di questo sia stata riconfermata al Bilancio, e addirittura eletta vice sindaco, con il Fatto Quotidiano che tace su questo e punta il dito contro altri le cui posizioni lo stesso PM chiese di archiviare.

di Umberto Baccolo

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady