Focus

Come arredare un soggiorno in stile eclettico

L’avvento dell’emergenza sanitaria, con tutto quello che le ruota attorno, ha avvicinato ancora di più il concetto di casa a quello di nido.

Il Corriere Redazione
Come arredare un soggiorno in stile eclettico

Anche se lo smartworking ha, di riflesso, aumentato l’attenzione verso l’aspetto della funzionalità, la questione estetica rimane centrale. Non a caso, sono numerose le persone che si chiedono come arredare il soggiorno in stile eclettico. Scopriamo assieme, nelle prossime righe, qualche consiglio utile al proposito.

Il modo di vivere gli spazi domestici è cambiato tantissimo nell’ultimo anno e mezzo. L’avvento dell’emergenza sanitaria, con tutto quello che le ruota attorno, ha avvicinato ancora di più il concetto di casa a quello di nido. Questo ha portato tantissime persone a riflettere sulla ridefinizione di alcuni ambienti, in primis il living.  Anche se lo smartworking ha, di riflesso, aumentato l’attenzione verso l’aspetto della funzionalità, la questione estetica rimane centrale. Non a caso, sono numerose le persone che si chiedono come arredare il soggiorno in stile eclettico. Scopriamo assieme, nelle prossime righe, qualche consiglio utile al proposito.

Focus sulle pareti

L’arredamento del soggiorno eclettico richiede il focus su diversi step. Uno di questi riguarda le pareti, basilari per dare carattere all’ambiente. Entrando nel vivo delle opzioni che si possono considerare per renderle originali rientrano le carte da parati con fantasia floreale, ma anche quelle con motivi geometrici che strizzano l’occhio al mood vintage.

Gli accostamenti cromatici

Un doveroso cenno quando si parla di living eclettico riguarda gli accostamenti cromatici. Come ben si sa, si può dare spazio ad associazioni ardite per altri approcci stilistici. Una regola di buonsenso da considerare riguarda il fatto che, nel momento in cui si guarda l’insieme estetico generale, bisogna percepire un’armonia di fondo. In poche parole, pur essendo creativi, gli accostamenti cromatici devono avere senso.  Ovviamente non ci sono linee guida stringenti al proposito, in quanto tutto dipende dalla soggettività di chi ha scelto i dettagli dell’arredamento.

Less is more

Può sembrare strano chiamare in causa il leitmotiv “Less is more” nel momento in cui si parla di arredamento di un living in stile eclettico. Attenzione, però: in questo punto parleremo dei complementi d’arredo. Basilari per definire il carattere di un ambiente, nel caso della progettazione dei dettagli estetici del salotto arredato in stile eclettico devono essere selezionati tenendo conto della moderazione quantitativa. Per capire il motivo, è possibile chiamare in causa un esempio, ossia quello dei complementi di arredo audaci di Seletti. Si tratta di vere e proprie opere d’arte, con una forza estetica tale da richiedere l’attenzione sopra citata per evitare di rendere eccessivamente pesante l’effetto visivo generale.


Un viaggio nel tempo

L’approccio eclettico per il living implica anche un vero e proprio viaggio nel tempo. Non aver quindi paura di accostare la lampada vintage trovata in soffitta a casa dalla nonna e la madia in materiale composito dalle linee essenziali e quasi minimal. Ovviamente, come nel caso degli accostamenti cromatici, è opportuno orientarsi verso un insieme all’insegna dell’armonia e sì, anche della leggerezza.

Come scegliere i tessili

Sono diversi gli aspetti da considerare nel momento in cui si decide di arredare il soggiorno di casa in stile eclettico. Fondamentale per raggiungere il risultato estetico sperato è la scelta dei tessili. In questo frangente, una buona idea prevede il fatto di andare a pescare nel meraviglioso mondo dei tessuti etnici. Come forse già sai, le opzioni a cui fare riferimento sono numerose e il vantaggio principale riguarda la possibilità di scegliere tra diversi mix cromatici. Un altro suggerimento molto utile quando si parla dei tessili per il living eclettico riguarda il fatto di mettere in primo piano un effetto finto disordinato. Se, per esempio, si sceglie di acquistare una coperta dal mood etnico per il divano, è il caso di riporla sulla seduta in maniera apparentemente casuale. Lo stesso vale per la disposizione dei cuscini.

Come scegliere le sedute

Un altro capitolo degno di approfondimento quando si parla di consigli per arredare il living in stile eclettico riguarda la scelta delle sedute. La principale regola non scritta in questo frangente riguarda il fatto che, se possibile, è il caso di evitare sedute abbinate. Divani tinta unita - nel caso dello stile a cui stiamo dedicando queste righe, sono molto apprezzati quelli con rivestimenti in velluto - e poltroncine con fantasie vivaci, amatissime sono quelle animalier, sono il non plus ultra dell’originalità nel momento in cui si decide di dare una veste eclettica a quella che, in molti casi, è la prima zona della casa a essere ammirata dagli ospiti.


Piante? Sì, grazie!

In un salotto arredato in stile eclettico possono trovare posto delle piante? Assolutamente sì! Anche in questo caso, ritroviamo un suggerimento riportato nelle righe precedenti, ossia la moderazione dal punto di vista della quantità. Il soggiorno, infatti, non deve diventare una giungla. Alla luce di ciò, è opportuno dare spazio a piante che, se ben curate, riescono a dare carattere all’ambiente. In questo novero è possibile includere un grande classico come il ficus benjamin. Se con le piante di grandi dimensioni è il caso di non esagerare, con i fiori in vaso si ha un po’ più di libertà e, per esempio, la possibilità di dare spazio a dettagli dal sapore squisitamente Shabby Chic, come per esempio i vasi di ortensie, perfetti per dare quel tocco in più a un angolo dedicato alla lettura o ai momenti di relax da gustare sorseggiando una tazza di tè.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady