Focus

Riunioni in realtà virtuale: Facebook anticipa il futuro del lavoro

Se il mondo del lavoro sembra destinato a vivere una nuova fase grazie alle più innovative tecnologie, è altrettanto interessante notare come molti altri comparti abbiano già fatto la conoscenza di questi sistemi e sperimentato i vantaggi degli stessi.

Il Corriere Redazione
Riunioni in realtà virtuale: Facebook anticipa il futuro del lavoro

Gli stessi uffici, che negli ultimi mesi sono stati oggetto di "dematerializzazione" attraverso la scelta di far lavorare da casa tutti o una parte dei dipendenti, con la realtà virtuale possono trasformarsi in una nuova dimensione capace di combinare l'aspetto digitale con il contatto tra le persone.

Già da diverso tempo videoconferenze e incontri in chat sono diventati una costante per chi lavora e ha bisogno di ottimizzare tempi e distanze, ma il futuro sembra volgere verso modalità ancora più innovative ed efficaci, come la realtà virtuale. È di questi giorni la presentazione da parte di Facebook di Horizon Workrooms, un'app di video riunioni e conferenze che permetterà di accedere a una sala virtuale e di muoversi al suo interno come faremmo in una sala reale.

Horizon Workrooms, le tecnologie VR per le riunioni di lavoro

Horizon Workrooms è l'ultima novità di casa Facebook, un'applicazione progettata per rispondere in maniera ancora più completa alle esigenze delle organizzazioni lavorative, che sempre più spesso necessitano di sistemi avanzati per la comunicazione a distanza. A differenza dei programmi già utilizzati per chat e videoconferenze, come Skype e Zoom, Horizon Workrooms presenta una novità interessante, ossia l'utilizzo della realtà virtuale per mettere in contatto le persone.

Non più messaggistica o incontri in video utilizzando la webcam del PC o la videocamera dello smartphone, ma ambienti virtuali in cui si muovono avatar associati a ciascun utente, creando dunque una situazione molto più dinamica e simile alla realtà rispetto a quanto non sia possibile con le opzioni sopra citate. Accessibile tramite un visore - e gratuito per chi dispone di Oculus Quest 2 - Horizon Workrooms promette di cambiare radicalmente le abitudini in ambito lavorativo, permettendo a più persone di condividere la stessa stanza e di parlare in tempo reale, sfruttando peraltro anche aspetti della comunicazione non parlata, come la gestualità e i movimenti della persona collegata all'avatar.

Quali prospettive con la realtà virtuale negli ambienti di lavoro

Nata per permettere l'organizzazione di incontri e conferenze in una dimensione virtuale, Horizon Workrooms di Facebook apre alla possibilità di dare forma alle interessanti prospettive già paventate dagli analisti. Nell'epoca della digitalizzazione e dello smart working, poter sfruttare tecnologie come quella VR per rendere più rapidi e realistici i contatti a distanza significa, infatti, poter cambiare radicalmente il modo di intendere l'ambiente di lavoro.

Gli stessi uffici, che negli ultimi mesi sono stati oggetto di "dematerializzazione" attraverso la scelta di far lavorare da casa tutti o una parte dei dipendenti, con la realtà virtuale possono trasformarsi in una nuova dimensione capace di combinare l'aspetto digitale con il contatto tra le persone. Poter condividere un ambiente, seppur virtuale, significa infatti non rinunciare a quella parte di interazione in tempo reale pur sfruttando tutti i vantaggi dello smart working in termini di flessibilità ed economicità. In tal senso, sembra realistica l'ipotesi che tecnologie di questo genere possano essere sempre più spesso utilizzate proprio per innovare le metodologie di lavoro e di relazione tra individui.

L'impatto della realtà virtuale nella quotidianità

Se il mondo del lavoro sembra destinato a vivere una nuova fase grazie alle più innovative tecnologie, è altrettanto interessante notare come molti altri comparti abbiano già fatto la conoscenza di questi sistemi e sperimentato i vantaggi degli stessi.

La realtà virtuale si sta affermando infatti sempre di più in diversi ambiti, incluso quello dell'intrattenimento e del gioco, in cui le soluzioni di questo genere vengono adottate anche per permettere la partecipazione a eventi multiplayer e per garantire un'esperienza totalmente immersiva. Poter entrare in una dimensione alternativa e muoversi al suo interno come se si trattasse del mondo reale rende ogni attività molto più coinvolgente, un aspetto che proprio nell'ottica del divertimento diventa centrale. Non solo, la realtà virtuale risulta di fondamentale importanza anche per settori molto più tecnici, come quello della ricerca medica e scientifica o delle simulazioni militari e aeronautiche, in cui tramite il visore e appositi software diventa possibile svolgere attività normalmente rischiose senza particolari difficoltà.

Insomma, è facile ipotizzare applicazioni sempre più ampie della realtà virtuale, che porteranno a un ulteriore abbattimento di barriere e distanze anche per lo svolgimento di attività giornaliere, dal già citato lavoro fino allo shopping e ai viaggi.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady