La protesta

300 veicoli del "Convoglio della libertà" marciano su Bruxelles: «Ci stanno rubando la libertà poco alla volta, in modo insidioso»

Ma i partecipanti hanno anche citato l'aumento dei costi di carburante ed energia, un'eco delle istanze dei "gilet gialli" che costrinsero Macron ad annunciare una serie di tagli alle tasse e altre agevolazioni.

Il Corriere Redazione

13 Febbraio 2022 - 22:46

300 veicoli del "Convoglio della libertà" marciano su Bruxelles: «Ci stanno rubando la libertà poco alla volta, in modo insidioso»

Circa trecento veicoli che prendono parte a un convoglio di protesta contro le normative anti-Covid (sulla falsariga di quanto è avvenuto in Canada) sono giunti oggi a Lille, nel nord della Francia, e sono in rotta verso Bruxelles, dove è stata già vietata una manifestazione indetta per lunedì. "Andremo a Bruxelles per combattere questa politica di controllo permanente".

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

La campagna elettorale tra promesse e litigi

La campagna elettorale tra promesse e litigi

Cono d'ombra

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Cono d'ombra

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA