Collaboratore positivo al Covid

Coronavirus, la Von der Leyen in isolamento: non sarà a Roma

La politica tedesca si e' messa in auto-isolamento giovedi' scorso dopo aver rinunciato alla partecipazione al vertice Ue a seguito del risultato positivo al Covid-19 di una persona dello staff della Commissione.

Il Corriere Redazione

20 Ottobre 2020 - 14:15

Coronavirus, la Von der Leyen in isolamento: non sarà a Roma

Ursula Von der Leyen

"Oggi avrei dovuto assistere alla cerimonia di Sant'Egidio, per la pace, a Roma, col Pontefice ed altri leader di fedi mondiali. Purtroppo non ci saro'. Sono in autoisolamento. Invio tutti i miei pensieri e le mie preghiere. Per superare il coronavirus e le altre minacce globali, dobbiamo aiutarci a vicenda", dice la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady