La scomparsa nel giorno del suo compleanno

Ciao, Gigi. L'Italia piange il suo grande genio del teatro

Da giorni era ricoverato in una clinica romana, sulle sue condizioni la sua famiglia aveva mantenuto il massimo riserbo: solo in queste ore, alla vigilia del suo compleanno, era nato a Roma il 2 novembre 1940, si era cominciato a sapere qualcosa.

Il Corriere Redazione
Ciao, Gigi. L'Italia piange il suo grande genio del teatro

"Gigi fece na risata in faccia, arzo' le spalle e disse 'faccio come me pare'". E cosi' Gigi Proietti ha alzato le spalle e se n'e' andato. Parafrasando il monologo 'Er fattaccio der vicolo der Moro', il giorno del suo 80esimo compleanno, l'attore, doppiatore, direttore artistico si e' spento dopo essere stato colpito da gravi problemi cardiaci.

Continua a leggere l'articolo abbonandoti

Sei solo tu a decidere se il nostro impegno vale: sostienilo, con un terzo di quello che spenderesti al giorno per un caffè

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Dacia e le donne, antiche e contemporanee

Dacia Maraini

Dacia e le donne, antiche e contemporanee

L'Ironlady

Kamala, non solo una Penelope che va alla guerra

Kamala, non solo una Penelope che va alla guerra

L'Ironlady

Usa: troppa democrazia, minore democrazia

Biden vittorioso

Usa: troppa democrazia, minore democrazia

L'ironlady

Dilettanti allo sbaraglio

Dilettanti allo sbaraglio

Cono d'ombra

Così i piccoli pagano per tutti

Così i piccoli pagano per tutti

Il labiale

Il sacrificio di Aldo Moro e Peppino Impastato

Aldo Moro e Peppino Impastato

Il sacrificio di Aldo Moro e Peppino Impastato

Il Labiale