Tecnologia da pandemia

Una app sfrutta i satelliti per segnalare i luoghi affollati

Un'app gratuita che aiuta le persone a rispettare il distanziamento sociale per rallentare la diffusione del Coronavirus. Si chiama "Crowdless" ("senza folla") ed è stata ideata da Lanterne, una start-up britannica supportata da ESA.

Il Corriere Redazione

21 Aprile 2020 - 12:55

Una app sfrutta i satelliti per segnalare i luoghi affollati

L'app "Crowdless" - spiega l'Agenzia spaziale europea - utilizza sorgenti dati esistenti rese anonime, come ad esempio i dati di Google Maps e Google Places, che tracciano i movimenti dei dispositivi mobili. Combina questa informazione con i dati relativi all'affollamento chiedendo all'utente di confermare se il luogo è veramente affollato oppure no.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady