La protesta

Alleanza Pesca: “La cura per il Mediterraneo non è la chiusura della pesca”

Oggi a Mazara a Venezia e in tutt’Italia, la giornata nazionale di protesta dei pescatori indetta dall’Alleanza Cooperative con il claim “Salviamo la pesca” contro le attuali politiche comunitarie del settore che penalizzano le marinerie

Agenzia carpe diem Macchioni

12 Giugno 2021 - 18:41

Pesca

Oggi a Mazara a Venezia e in tutt’Italia, la giornata nazionale di protesta dei pescatori indetta dall’Alleanza Cooperative con il claim “Salviamo la pesca” contro le attuali politiche comunitarie del settore che penalizzano le marinerie “Oggi è una giornata importante per la pesca italiana, e non solo. Ci auguriamo che da queste piazze arrivi un segnale forte e chiaro a Bruxelles, che faccia capire al commissario Sinkevičius che la sua politica non è accettabile, non è sostenibile, e che la cura per il Mediterraneo non è la chiusura della pesca”. Questo il messaggio dell’Alleanza Pesca , lanciato dalla piazza di Mazara dal presidente Giampaolo Buonfiglio, che prosegue “Con i colleghi di Francia e Spagna stiamo portando avanti queste mobilitazioni, iniziative unitarie internazionali che andranno avanti nei prossimi mesi fino a dicembre Finché il Consiglio dei Ministri non deciderà cosa fare di noi nel 2022. Speriamo che sul tavolo non ci sarà un’ennesima proposta di riduzione delle attività di pesca in mare, ma magari misure alternative con cui cambiare la cura e andare avanti nelle nostre attività di pesca”.

Oggi a Mazara a Venezia e in tutt’Italia, la giornata nazionale di protesta dei pescatori indetta dall’Alleanza Cooperative con il claim “Salviamo la pesca” contro le attuali politiche comunitarie del settore che penalizzano le marinerie “Oggi è una giornata importante per la pesca italiana, e non solo. Ci auguriamo che da queste piazze arrivi un segnale forte e chiaro a Bruxelles, che faccia capire al commissario Sinkevičius che la sua politica non è accettabile, non è sostenibile, e che la cura per il Mediterraneo non è la chiusura della pesca”. Questo il messaggio dell’Alleanza Pesca , lanciato dalla piazza di Mazara dal presidente Giampaolo Buonfiglio, che prosegue “Con i colleghi di Francia e Spagna stiamo portando avanti queste mobilitazioni, iniziative unitarie internazionali che andranno avanti nei prossimi mesi fino a dicembre Finché il Consiglio dei Ministri non deciderà cosa fare di noi nel 2022. Speriamo che sul tavolo non ci sarà un’ennesima proposta di riduzione delle attività di pesca in mare, ma magari misure alternative con cui cambiare la cura e andare avanti nelle nostre attività di pesca”.

BLOG

La campagna elettorale tra promesse e litigi

La campagna elettorale tra promesse e litigi

Cono d'ombra

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Cono d'ombra

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA