Premio Scudo Chianciano Terme, con Giletti, Magalli e la Fanfara dei Carabinieri.

Tante storie di coraggio a Chianciano Terme

Redazione

03 Novembre 2021 - 17:09

Fanfara Carabinieri

Fanfara Carabinieri

Il 6 novembre 2021 alle 18.30 il Pala Montepaschi della cittadina termale ospiterà l’assegnazione del premio Scudo a Franco Nero, Massimo Giletti, Antonella Palmisano, Sebastiano Somma, Giorgio Pasotti, Lirio Abbate, Ferdinando De Giorgi, Valerio Staffelli, Rossella Fiamingo, la carabiniera Martina Pigliapoco e Alma Petri.

Sul grande palco del PalaMontePaschi di Chianciano Terme, sabato 6 novembre dalle 18.30 con ingresso libero, si intrecceranno, in un susseguirsi di emozioni e musica, le storie di grandi protagonisti del mondo della cultura, del giornalismo, dello sport, della tv e del cinema, o comuni cittadini che, loro malgrado, sono balzati agli onori delle cronache con gesti e condotte di vita encomiabili. Basti pensare alla vicenda della carabiniera Martina Pigliapoco, 26 anni il prossimo dicembre, eroina del momento, che ha risolto, pur così giovane, una situazione che poteva trasformarsi in tragedia con quattro ore di paziente dialogo, mettendo in campo tanta forza di volontà e quella che è parsa a tutti un’esperienza da veterana. Oppure la vicenda umana di Alma Petri, moglie di Emanuele, poliziotto ucciso su un treno dalle nuove brigate rosse nel marzo del 2003: "Non provo sentimenti di odio verso chi ha ucciso mio marito – ebbe a dire Alma di fronte a Papa Francesco - e forse questo significa anche aver perdonato". Alma ha trascorso questi anni senza Emanuele a combattere per tenere viva la memoria del marito soprattutto tra le nuove generazioni: "Non smetto mai di parlare ai ragazzi di quanto accaduto e vedere tanta partecipazione mi conforta perché significa che il messaggio è passato. Lo Stato? Lo ringrazio, mi è sempre stato vicino". Con loro, donne coraggiose e con grande senso delle istituzioni, un parterre di personaggi del calibro di Franco Nero, Massimo Giletti, Antonella Palmisano, Sebastiano Somma, Giorgio Pasotti, Lirio Abbate, Ferdinando De Giorgi, Valerio Staffelli, Rossella Fiamingo, ai quali verrà assegnato, con motivazioni redatte magistralmente dal giornalista Giovanni Nanni Melani, il “Premio Scudo Chianciano Terme” per avere onorato, nei propri ambiti, il Paese, la divisa, i principi di legalità. Alla conduzione due fuoriclasse del piccolo schermo del calibro di Giancarlo Magalli e Monica Peruzzi, con l’alternanza di momenti musicali regalati dalla Fanfara della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri e della Re.Mu.To., Rete Musica Toscana, l’orchestra di giovani studenti diretta dal Maestro Alberto Solari, compositore di tutti gli arrangiamenti inediti. I 45 elementi, provenienti da tutte le province toscane, hanno un’età compresa tra i 16 e i 28 anni e l’organico è tipico di una grande orchestra ritmicosinfonica: archi, legni, ottoni, sax e una grande sezione ritmica composta da batteria, chitarra, basso elettrico e percussionisti.

L’organico è composto dai mezzosprano e tenore Rachele Polvani, Luca Bazzini, i violini Amedeo Gandolfi, Erika Giacobini, EsterTaiti, Mayra Viola, Kiara Bego, Giorgia Lucchesi, Lorena Palmieri, Emanuele Fagnani, Emily Buzzi, Sofia Brunetti, Rebecca Bagnoli, i violoncelli Margherita Scabia,Emma Tappeti, Carmen Dami, Joso Pablo Torres, Contrabbasso Giulio Della Pietra, flauto Gaia Turchi, clarinetti Matilde Bigiarini, Cosimo Profita, Irene Cassandro, Josha Guerrazzi, sassofoni Clara Bianchi, Matteo Galimberti, Luca Pinelli, Duccio Santi, Luca Vitiello, trombe Marcello Nesi, Davide Zannoni, Andrea Bernardini, Gabriele Milani, Marco Subiran, Matilde Gori, tromboni Matteo Tagliaferri, Filippo Dazzi, Tommaso Mazzini, Manuel Signorini, sezione ritmica Francesco Vinciarelli batteria e Francesco Nicotera basso elettrico, Carolina Pieri percussioni, Guido Patacchini chitarra, Marco Guerra-pianoforte e synth.

La serata chiancianese intende trasmettere valori e temi di grande attualità, compresi quelli legati all’ecologia e alla sicurezza ambientale, grazie alla presenza di uno stand dei Carabinieri Forestali che renderà “green” e impreziosirà il PalaMontepaschi.

Il “Premio Scudo” avrà inizio alle 18.30 e “sarà ad ingresso libero per tutti – ricorda l’organizzatrice Arianna Gallo – a partire dalle 17.30, in modo da consentire un agevole espletamento delle operazioni di verifica del green pass”.

Il Premio Scudo Chianciano Terme  è stato “abbracciato” e “riconosciuto”, per la sua valenza, da enti ed istituzioni, raccogliendo il patrocinio ed il supporto di: Comune di Chianciano Terme, Provincia di Siena e Provincia di Arezzo, Regione Toscana, Stato Maggiore della Difesa, Camera di Commercio Arezzo-Siena, Pro Loco Chianciano Terme.
Si ringraziano gli sponsor: Ristrutturare Risparmiando (main sponsor) – Dussmann – Estra – Valdichiana Village – Energy Solution Montepulciano (spazio Enel partner) – CEG – Intesa Sanpaolo – Amaro Santoni – Lineonline.it – Miniconf – Cantina Fregnan – Ombra Sicurezza – Semar.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La lotta della camiciaie del sud Italia in America, quando l'8 marzo ebbe inizio il 23 febbraio

La festa della donna

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

Il "Premio Strega" Edoardo Mesi

L' "economia sentimentale" di Edoardo Nesi per uscire dalla crisi

L'ironlady

Una tragedia trasformata in farsa

Giuseppe Conte

Una tragedia trasformata in farsa

Cono d'ombra

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'Ironlady

Un Edipo a Kyoto

Un Edipo a Kyoto

L'ironlady