Il caso

Fila dai Carabinieri a Torino per denunciare Draghi

Sono 59 le persone che oggi, dalle 10.30 alle 14.30, dopo essersi date appuntamento su chat no green pass e no vax, si sono ritrovate dinanzi la stazione dei carabinieri Po Vanchiglia di Torino per denunciare il Governo.

Il Corriere Redazione

12 Febbraio 2022 - 15:21

Fila dai Carabinieri a Torino per denunciare Draghi

La fila davanti la stazione dei Carabinieri

Hanno querelato il presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi e gli altri componenti del Governo, ritenuti responsabili di avere adottato provvedimenti come il green pass che avrebbero limitato la loro liberta' personale, configurando il reato di violenza privata.  I militari hanno raccolto le querele, con le operazioni che si sono svolte senza alcun disordine.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

Giovanni Leone

Come si sceglie un Presidente della Repubblica

CONO D'OMBRA

Armeni, il genocidio riconosciuto

Armeni, il genocidio riconosciuto

IronLady