Il fatto di cronaca

Macelli horror nel Cuneese per la festa islamica: animali sgozzati vivi, senza essere storditi

I due macelli clandestini sono stati allestiti in altrettante stalle. Le autorita' hanno avviato lo smaltimento di piu' di 450 chili di carcasse e resti di animali macellati, mentre gli animali vivi, pronti per essere uccisi, sono stati posti sotto vincolo sanitario.

Il Corriere Redazione

05 Agosto 2020 - 09:26

Macelli horror nel Cuneese  per la festa islamica: animali sgozzati vivi, senza essere storditi

I carabinieri forestali del Nucleo investigativo di polizia ambientale hanno scoperto due macelli dell'orrore clandestini nel Cuneese, dove venivano illegalmente abbattuti e lavorati svariati capi ovini in violazione della normativa di settore. In occasione della festa islamica del 'Sacrificio' gli animali sono stati uccisi tramite sgozzamento e senza stordimento preventivo da circa 30 persone, quasi tutte di origine marocchina.

Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

BLOG

La campagna elettorale tra promesse e litigi

La campagna elettorale tra promesse e litigi

Cono d'ombra

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Come nel 1948, l'Italia a un bivio

Cono d'ombra

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

L'Italia e la NATO, dall'adesione a Berlinguer

CONO D'OMBRA

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Quirinale, l'elezione di Leone e la sconfitta di Fanfani

Cono D'OMBRA

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare

A dieci anni dalla Convenzione di Istanbul un volume della rivista Genere, soggettività e diritti della Pisa university press racconta cosa è stato fatto e cosa si potrebbe fare ancora per contrastare i femminicidi

Diritto e giustizia

Enrico De Nicola primo Presidente

Enrico De Nicola primo Presidente

CONO D'OMBRA