EmotivaMente

Che sogni fate in queste notti da Coronavirus?

Quali che siano, vengono per guarirci. Perché la funzione dei sogni è quella di curarci: sono il farmaco dell’anima, vengono da quella parte di noi nella quale i ragionamenti non servono a nulla.

Che sogni fate in queste notti da Coronavirus?

Opera di Angelo Barile "La caduta degli dèi" (Galleria Piziarte.net)

Ogni giorno in studio ascolto racconti di disagi, ansie, paure, tristezze profonde e angosce. Quando tutto sembra perso, quando sembra che il paziente sia smarrito nella sofferenza, quando sembra che non ci siano altre parole da dire, quasi sempre, arriva un sogno. Molti ritengono che la maggior parte dei sogni sia del tutto casuale e che non valga la pena di perderci tempo. Ma non è così. Anzi. La trasformazione e la guarigione del paziente spesso sono precedute e annunciate da sogni che cambiano la sua vita. Sogni, cioè, che modificano la mentalità e il modo di vedere il mondo. Di certi sogni non possiamo così fare a meno. La funzione dei sogni è proprio quella di curarci: sono il farmaco dell’anima, vengono per guarirci e vengono da quella parte di noi nella quale i ragionamenti non servono a nulla. Ma cosa sono esattamente i sogni e perché sogniamo? I sogni vengono dalle energie primordiali del cervello e sono il vero sapere che possediamo. Spazio e tempo si perdono e la logica diminuisce per cedere il posto a un’infinita libertà espressiva, grazie alla quale il sogno diventa un’opera creativa. Immagini che vengono da un lontano passato, simboli, scene significative, personaggi mitici, animali fantastici o incontri importanti di cui avevamo perso il ricordo, vanno così a toccare corde profonde, capaci di smuovere emozioni sepolte, magari di inquietarci e di farci vedere la nostra vita da una prospettiva totalmente diversa. Nell’antichità, specialmente nella cultura greca e in quella romana, i sogni erano considerati come messaggi inviati all’uomo dal mondo soprannaturale, per avvertirlo di determinati eventi. Nel corso dei secoli questo modo di vedere i sogni ha lasciato tracce nella cultura popolare tant’è che ancora oggi essi vengono letti come premonizioni di quello che potrà avvenire. Affinchè possa svolgere pienamente la sua funzione curativa e rigenerante, è però importante lasciare che il sogno si depositi dentro di noi al di là di ogni giudizio e interpretazione. Il sogno è un vero compagno di viaggio, l’amico più sicuro e di cui ci possiamo fidare. Sicchè è nei momenti più importanti della nostra vita che, immancabilmente, viene a indicarci la strada: la strada giusta per vivere un’esistenza più vera, che corrisponda ai nostri talenti personali e alle nostre inclinazioni. Le immagini oniriche, infatti, ci dicono chi siamo e cosa vogliamo per davvero. Sono voci interne, bisogna saperle ascoltare. Il primo ad occuparsi dell’affascinante mondo dei sogni nel campo della psicologia è stato Sigmund Freud. Per il fondatore della psicoanalisi i sogni rappresentano l’espressione di desideri rimossi, un modo inconscio per esprimere le nostre pulsioni sessuali e aggressive, censurate dalla coscienza perché ritenute moralmente pericolose. Egli fu il primo ad utilizzare le immagini oniriche come strumento terapeutico e nel 1899 diede alle stampe il libro intitolato “L’interpretazione dei sogni”. Questo testo segnò una svolta decisiva nella visione del mondo onirico. 

 

BIBLIOGRAFIA

Chiara Marazzina. Il linguaggio dei sogni. Edizioni Riza S.p.A. 2013.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Il Castello Edizioni e Il Mattino di Foggia

Caratteri rimanenti: 400

Tiziana Prencipe

Tiziana Prencipe, Psicologa

Il desiderio è una forza che ci attraversa. E’ diversa. Non è la forza dell’io semplicemente, ma è qualcosa di ulteriore rispetto all’io. E’ così che la psicologia mi ha trovato e io mi sono fatta trovare. Ho conseguito, quindi, la laurea in psicologia clinica e della salute a Chieti e, ben presto, la specializzazione in psicoterapia presso l’Istituto Riza di medicina psicosomatica di Milano. Non solo una preparazione professionale, ma un vero e proprio percorso interiore. Ho ottenuto poi un master in perizia e psicologia giuridica e attualmente svolgo la libera professione in qualità di psicologa e psicoterapeuta, esperta in tecniche di rilassamento a mediazione corporea e tecniche immaginative.  Al contempo sono relatrice in numerosi convegni, corsi e dibattiti su tematiche di psicologia. Una mente e dunque un corpo. Un corpo danzante, una passione chiamata ballo: per anni atleta agonista della federazione italiana danza sportiva. Quando qualcuno rinuncia ad ascoltare la chiamata del proprio desiderio, lì la vita si ammala.

BLOG

Il sacrificio di Aldo Moro e Peppino Impastato

Aldo Moro e Peppino Impastato

Il sacrificio di Aldo Moro e Peppino Impastato

Il Labiale

Ca nisciun è Mes

Ca nisciun è Mes

Periscopio

Di Vittorio, il pane e il lavoro

Giuseppe Di Vittorio

Di Vittorio, il pane e il lavoro

Periscopio

Che sogni fate in queste notti da Coronavirus?

Opera di Angelo Barile "La caduta degli dèi" (Galleria Piziarte.net)

Che sogni fate in queste notti da Coronavirus?

EmotivaMente

Cibo e movimento, come cavarsela con i bambini reclusi in casa dal Coronavirus?

Cibo e movimento, come cavarsela con i bambini reclusi in casa dal Coronavirus?

Forever

Non rubateci la notte prima degli esami

Non rubateci la notte prima degli esami

Periscopio