Milano, Sala promette: niente più fumo all’aperto

Stretta sul fumo a Milano. Ad annunciarlo è stato il sindaco Beppe Sala: “Entro il 2030 non permetteremo più di fumare all’aperto e a breve alle fermate dell’autobus o durante le code per i nostri servizi non si fumerà più”. L’annuncio del primo cittadino è arrivato durante un incontro coi cittadini al quartiere Isola, in cui Sala ha anche precisato che il provvedimento è parte del Regolamento aria-clima prossimamente all’esame del Consiglio comunale milanese.Il sindaco ha spiegato che è “la vision della giunta”. Ogni proposta dovrà passare dall’assemblea comunale e il possibile stop al fumo potrebbe essere introdotto “attraverso un’ordinanza, se viene approvato il regolamento” che conterrà regole su vari aspetti, perché “il vero rischio è che si riduca la questione ambientale a traffico e riscaldamento. E invece c’è altro”.Immediata la reazione dell’opposizione a Palazzo Marino. Tuona la Lega. “Come ogni weekend la magica fabbrica di armi di distrazione di massa ‘made in Milano’ – è l’affondo di Alessandro Morelli, capogruppo del Carroccio al Comune – produce nuove trovate di marketing, e il signor Sala annuncia una stretta sul fumo in città”. Il leghista rincara la dose: “Purtroppo gli annunci non bastano per fare del bene a una città in cui l’amministrazione ha cannato tutte le politiche ecologiche, da Area C ad Area B, il signor Sala ha usato l’ecologia per tassare i cittadini e fare cassa salvandosi la faccia”. Per Morelli “non basterà spegnere le sigarette in strada affinché l’aria di Milano diventi pulita, forse bisognerebbe cambiare sindaco”. Pieno sostegno alla proposta in chiave anti inquinamento del sindaco Sala arriva invece dai dem. Per il consigliere comunale del Pd Carlo Monguzzi “vietare il fumo alle fermate dei mezzi pubblici è giusto e utile: il fumo delle sigarette contribuisce in città alla formazione dello smog in misura del 5/7%”. 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *