La scheda/Erasmus, una svolta per 5 milioni di studenti

Dal suo lancio nel 1987, 5 milioni di studenti hanno partecipato al programma Erasmus, dalla quale la Gran Bretagna, dopo la Brexit potrebbe uscire. E ogni anno 400.000 persone tra studenti, insegnanti e altro personale vanno all’estero grazie a Erasmus+. Due recenti studi indipendenti pubblicati dalla Commissione europea hanno dimostrato che il programma Erasmus+ e’ stato letteralmente “una svolta per 5 milioni di studenti europei” perche’ “ha migliorato la loro vita personale e professionale, ed ha permesso di rendere le universita’ piu’ innovative”. Secondo l’esecutivo Ue, i risultati dimostrano che Erasmus+ contribuisce a preparare i giovani europei alla nuova era digitale e li aiuta a preparare la loro futura carriera professionale. Erasmus+ rafforza anche la capacita’ di innovazione delle universita’, la loro internazionalizzazione e la loro attitudine a rispondere ai bisogni del mercato del lavoro. Piu’ del 70% degli ex studenti Erasmus dichiarano di conoscere meglio il tipo di carriera che vogliono dopo il ritorno dall’estero. L’80% degli studenti Erasmus, inoltre, hanno trovato un lavoro entro tre mesi dalla laurea, con il 72% che ritiene che l’esperienza all’estero abbia contribuito a ottenere il primo posto di lavoro. Nove ex studenti Erasmus su dieci dichiarano che le competenze e le esperienze acquisite all’estero servono per il loro lavoro quotidiano. Piu’ del 90% degli ex studenti Erasmus dicono che l’esperienza ha permesso loro di migliorare la capacita’ di lavorare e collaborare con persone di culture diverse e hanno il sentimento di avere un’identita’ europea. (AGI)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *