Capodanno, guida al brindisi per chi si mette alla guida

CAPODANNO è ormai dietro l’angolo e in molti hanno già deciso dove, come e con chi trascorrere la notte più festosa dell’anno, contraddistinta da numerosi brindisi ai quali anche l’automobilista più attento difficilmente riesce a resistere. A questo proposito, il sito di annunci per auto Automobile.it ha realizzato un vademecum, indicando alcuni semplici aspetti da tenere presenti per chi si mette alla GUIDA. La sicurezza al volante infatti è sempre importantissima, perché rovinare una bella serata di festeggiamenti? Quando si parla di tasso alcolemico si intende la concentrazione di etanolo presente nel sangue che attualmente ha un limite consentito di 0,5 g/litro, oltre il quale si commette un reato per GUIDA “in stato di ebbrezza”. Questo tipo di reato comporta sanzioni e pene crescenti in base alla gravità e al livello di superamento del limite legale del tasso alcolemico consentito: chi viene fermato alla GUIDA di una vettura con un tasso tra 0,5 e 0,8 g/l rischia un’ammenda da 500 a 2000 euro e la sospensione della patente da 3 a 6 mesi. Se l’esame del tasso alcolemico è invece tra 0,8 e 1,5 g/l si rischia una sanzione da 800 a 3200 euro, l’arresto fino a 6 mesi e la sospensione patente da 6 mesi ad 1 anno. Sanzioni ben più severe attendono chi viene trovato alla GUIDA con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l. L’importo dell’ammenda varia da un minimo di 1500 a un massimo di 6000 euro. Inoltre, la durata dell’arresto varia da 6 mesi a un anno, la sospensione della patente può essere disposta per un periodo minimo di un anno fino a un massimo di due anni. In questo caso è previsto anche il sequestro preventivo e la confisca del veicolo, salvo qualora appartenga a persona estranea al reato. Le pene previste dal Codice della Strada raddoppiano se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale.

L’accertamento alcolimetrico è eseguito tramite etilometro, dispositivo che misura la quantità di alcol contenuta nell’aria espirata. L’esame viene ripetuto due volte, effettuando due misurazioni successive a distanza di 5 minuti l’una dall’altra. Il rifiuto di sottoporsi all’alcoltest è un reato punito con la perdita di 10 punti della patente di GUIDA e con le stesse pene previste per chi GUIDA in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l. Non è semplice capire dopo quanti bicchieri si rischia il superamento del limite legale consentito, perché il tasso alcolemico varia in base al sesso della persona, al peso, all’età, alla gradazione degli alcolici e ad altri fattori. Il governo ha fornito delle tabelle puramente indicative che definiscono le quantità di alcol ingeribili per non superare il tasso alcolemico di 0,5. Queste tabelle si trovano affisse in pub, discoteche, ristoranti e i valori si riferiscono a un’assunzione di alcol effettuata entro 60-100 minuti. In questo modo si può capire dopo quanti brindisi è possibile mettersi alla GUIDA senza incorrere a pene o sanzioni. A questo proposito, esistono anche numerose app che aiutano nel calcolo approssimativo del tasso alcolemico, inserendo dati come età, peso, altezza, ultimo pasto consumato e bevande assunte. (9colonne)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *