“Io sono Giorgia” diventa lezione di comunicazione ed è polemica

Una lezione sulla comunicazione politica che termina con una dissertazione dell’ormai celebre “Io sono Giorgia” tenuta in un liceo di Massa Carrara da un consigliere del Pd. E valida anche per ricevere i crediti formativi. Abbastanza insomma per scatenare una polemica politica. Indignata la leader di Fratelli d’Italia che parla di “Corea del Nord”. Anche il sindaco leghista di Massa, Francesco Persiani, in una lettera aperta ai cittadini parla di “indottrinamento inammissibile”. “Mi domando – si chiede il sindaco – come si faccia a parlare di un tema come ‘la parola in politica’ a ragazzi di un liceo, facendo intervenire come relatore un giovane politico che al limite avrebbe potuto e dovuto spiegare il proprio di linguaggio e non certo commentare quello di politici ben piu’ titolati di lui”. Per Persiani, sarebbe stato piu’ opportuno “far trattare l’argomento da un soggetto autorevole e terzo e magari predisporre un confronto tra esponenti di diverse forze politiche”. Tutto nasce da una lezione sul linguaggio politico tenuta ieri in un liceo classico dal consigliere regionale del Pd Giacomo Bugliani nella quale ha citato anche i recenti ‘tormentoni’ di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. A sollevare la polemica il deputato Fdi Giovanni Donzelli, che annuncia un’interrogazione parlamentare: “si fa finta di fare lezione e in realta’ si fa un vero e proprio comizio, portando come esempio negativo il leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Una lezione inopportuna”. Bugliani si difende e spiega di aver ripercorso la storia della comunicazione politica dagli anni Cinquanta fino ad oggi: “ho citato De Gasperi, Moro, Berlinguer, Berlusconi, Renzi – sottolinea – e i piu’ recenti tormentoni di Salvini, con ‘prima gli italiani’ e di Meloni con ‘Io sono Giorgia’. Non ho fatto alcuna propaganda di sinistra, ne’ ho dato giudizi. Non devo difendermi. E’ solo una strumentalizzazione”. Ma ora Fdi chiede “la sospensione del progetto”. E interviene anche la leader Giorgia Meloni. “Scandaloso che un consigliere regionale Pd venga invitato come ‘docente’ per parlare contro di me in una lezione sulla comunicazione con crediti formativi – dice Meloni – Andremo fino in fondo a questa vicenda, Fratelli d’Italia ha gia’ presentato un’interrogazione al Governo. Non permetteremo alla sinistra di fare becera propaganda politica nelle scuole”. (ANSA). 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *