Migranti, Lamorgese apre a nuovi sbarchi

Il Viminale targato Luciana Lamorgese, forte degli accordi di spartizione europei, ha riaperto i porti in nome della collaborazione europea, accendendo subito le polemiche della Lega. Per ora il dicastero che fu di Salvini ha dato via libera allo sbarco di Ocean Viking. E a breve la luce verde è probabile anche per altri due casi, Open Arms e Aita Mari.A Messina è attraccata la nave Ocean Viking. Le 213 persone a bordo sono tutte sbarcate. Sette, invece, sono i cadaveri recuperati in acqua. Le due ong che gestiscono l’imbarcazione, Sos Méditerranée e Medici Senza Frontiere, rinnovano l’appello ai governi europei, chiedendo di cambiare passo. Ma il sistema sarebbe già mutato, secondo Lamorgese, che rivendica ricollocamenti preventivi organizzati prima degli sbarchi, come PREVISTO dall’intesa raggiunta a Malta. La ministra dell’Interno, in un’intervista televisiva su Rai3, ha spiegato che in queste ultime ore c’è stato “un notevole passo avanti”: Francia e Germania che hanno chiesto a Italia e Malta di fare una richiesta congiunta per la suddivisione dei migranti della Ocean Vikings. “E’ la prima volta che accade una cosa di questo genere – ha sottolineato l’ex prefetto -. Si muovono due grandi Paesi per dare un segnale, sta cambiando l’orientamento nell’affrontare il problema”.La nuova responsabile del Viminale ha poi ricordato che nel mese di novembre, almeno sino ad ora, ci sono stati meno arrivi rispetto all’anno scorso: 683 arrivi a fronte di 980. I numeri, però, potrebbero aumentare con l’approdo quasi certo di altre due navi, Open Arms e Aita Mari appunto, con a bordo rispettivamente 73 e 78 migranti. Di fronte alla loro richiesta di sbarco, Lamorgese ha dichiarato che “presumibilmente” verrà concesso il via libera. Per Open Arms, c’è stata una prima evacuazione medica di 11 persone, davanti alle coste di Augusta: i bimbi con le famiglie, i feriti per ustioni e armi fa fuoco e altri casi medici sono già sbarcati in Italia”. Ora si attende l’indicazione di un porto sicuro per le 62 persone che sono ancora a bordo.Nel weekend, poi, la Guardia costiera di Lampedusa ha recuperato, da un barchino di 10 metri, 143 persone. E’ intervenuto anche un pattugliatore e due motovedette della Guardia di Finanza. Anche in questo caso, come per la Ocean Vikings, ci sono stati diversi dispersi.L’annuncio della ministra dell’Interno ha scatenato reazioni e critiche politiche. Dal M5S il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha sottolineato di essere in contatto con Lamorgese. “Una cosa è certa, dobbiamo lavorare per fare in modo che le imbarcazioni non partano più dalle coste dal Nordafrica”, ha sottolineato dalla Sicilia. Il Carroccio, invece, ha bocciato senza mezzi termini gli ultimi arrivi: “Porti aperti significano più partenze, più sbarchi, più morti – ha detto Matteo Salvini -. E più droga e armi nelle mani di scafisti e trafficanti”. 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *