5G, Rete del futuro al primo Festival di sociologia: cambierà gli schemi della società

Le tecnologie del futuro stanno per cambiare gli schemi tradizionali della società umana. E anche il 5G, la rete del futuro, promette una rivoluzione, a
cominciare da un “nuovo modello di interazione fra l’uomo e la
macchina” e “quindi avrà un grande impatto sociale” cambiando “i
paradigmi”. A delineare il quadro è l’imprenditore e guru delle nuove
tecnologie Luca Tomassini, founder e Ceo di Vetrya, che anticipa così
all’Adnkronos uno dei capitoli chiave del primo Festival della
Sociologia, l’unico evento in Europa ed in Italia dedicato a questa
disciplina e che verrà presentato domani a Roma, nell’Aula Magna
Unitelma Sapienza.
Il 5G segnerà un cambio di passo a partire “dall’industria e
inevitabilmente al mondo del lavoro” sottolinea Tomassini fra i
relatori del Festival della Sociologia che prenderà il via l’11 ed il
12 ottobre a Narni. “C’è chi ritiene che il 5G distruggerà molti posti
di lavoro, io ritengo invece che porterà con sé la necessità di avere
nuove figure professionali capaci di gestire questi nuovi sistemi”
argomenta il professore aggiunto dell’Università Luiss Business School
e docente di Digital new media e telecomunicazioni presso la Facoltà
di Ingegneria industriale ed economia dell’Università di Viterbo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *