Sfide alla consolle, nasce Italia di eFoot per Euro2020

La Federcalcio sta reclutando la sua ventunesima nazionale, che non sara’ protagonista su un prato verde ma giocando con una consolle agli eEuro 2020, i campionati europei di eFootbal Pes organizzati dalla Uefa in parallelo al prossimo torneo continentale di calcio.
“Ci apriamo a un pubblico nuovo, che spesso non coincide con
quello del calcio vero”, ha spiegato il dg della Figc, Marco
Brunelli, al Base di Milano, una delle sedi delle qualificazioni
per i videogiocatori, professionisti o semplici appassionati,
cittadini italiani di almeno 16 anni, che sotto gli occhi di
arbitri pronti piu’ che altro a segnare i punteggi e risolvere
problemi tecnici (ma anche ad ammonire ed espellere per
comportamenti sopra le righe) hanno partecipato alle selezioni.
Oltre a quelli in varie citta’, sono in programma fra ottobre e
novembre dei tornei online, e i migliori 16 giocatori
parteciperanno alla finale, fra dicembre e gennaio,
probabilmente a Coverciano, da cui usciranno i 4 nazionali. La
fase a gironi degli eEuro 2020 si svolgera’ online, e le migliori
16 nazionali si affronteranno a Londra tre giorni prima della
finale dell’Europeo.
“La maglia azzurra e’ sempre la maglia azzurra – ha precisato
Brunelli -, per questa ventunesima nazionale valgono le stesse
regole delle altre selezioni. Ma ci sara’ un codice etico
dedicato, delle linee guida sviluppate assieme ai medici azzurri
e saranno abbinati dei programmi di educazione motoria,
alimentare e sanitaria. Perche’ il problema non e’ mai lo
strumento ma l’uso che se ne fa”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *