Firenze, Centinaia di attivisti in piazza per la fine dello specismo

Centinaia di attivisti provenienti da tutto il Paese hanno marciato oggi a Firenze “per la fine dello Specismo e l’abolizione di sfruttamento e uccisione di animali, in allevamenti, mattatoi, pesca, caccia, laboratori, circhi e ogni altro luogo dove specie diverse vengono assoggettate”.

Slogan, cartelli e interventi hanno ribadito l’esigenza di includere gli individui di altre specie nel diritto a vivere senza essere schiavi e vittime
predestinate, in un mondo che può fare a meno di ridurli a carne,
macchine, strumenti, divertimento.
“Oggi siamo qui per riportare la voce di tutti quegli animali che
oppongono resistenza, per come possono, anche tentando la fuga dai
luoghi in cui vengono sfruttati o attendono di essere uccisi – hanno
detto gli organizzatori -. Marciamo anche per dare sostegno aperto a
tutte quelle persone che, in ogni parte del mondo, con occupazioni,
liberazioni, indagini, articoli, arte e ogni altra forma di attivismo,
contrastano e fanno luce sull’immane violenza ai danni di altri
animali”.
I partecipanti si sono uniti attorno al messaggio di rifiuto di ogni
discriminazione e violenza, al di là della specie, per un mondo dove
nessuno, umano e non, debba patire dominio, discriminazione,
schiavitù, violenza, uccisione.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *