L’Ue fissa i paletti per gli investimenti ecosostenibili

Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, uso sostenibile e protezione delle acque e delle risorse marine, transizione a un’economia circolare, prevenzione e controllo dell’inquinamento, e protezione e
ripristino della biodiversita’ e degli ecosistemi. Sono i sei
principi operativi, primo passo per una ‘patente’ europea per
gli investimenti ecosostenibili. I principi hanno ricevuto l’ok
dei Paesi Ue e ora il Consiglio potra’ cominciare il negoziato
con l’Europarlamento.
In futuro, al massimo dal 2022, saranno considerati
investimenti ecosostenibili in Europa – e quindi ammissibili a
eventuali agevolazioni come quelle creditizie – quelli che
contribuiranno al raggiungimento di almeno uno dei sei
obiettivi, secondo i criteri tecnici che saranno preparati dalla
Commissione europea.
“La partecipazione del settore privato e’ assolutamente
fondamentale per affrontare le sfide poste dai cambiamenti
climatici – ha dichiarato Mika Lintilae, ministro delle finanze
della Finlandia – Per aiutare gli investitori, un primo passo
importante consiste nell’avere una visione condivisa del
concetto di ‘sostenibile'”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *