Crisi di governo, Salvini aspetta e spera. Stefàno: “Non sa più a che santo votarsi”

Attesa sotto l’abitazione romana di Matteo Salvini. Il ministro dell’interno, che ha passato il fine settimana nella capitale, in compagnia della figlia, secondo rumors che si rincorrono, potrebbe tentare in giornata una estrema mediazione con Luigi Di Maio. Giornalisti e cameramen aspettano di fronte al portone, ma per ora nessun movimento: solo collaboratori del titolare del Viminale  che sono entrati nel palazzo, accompagnati da funzionari di polizia. La crisi di governo che capricciosamente ha causato ora gli si sta rivoltando contro. “Non ci sono più rendite di posizione ministeriali e soldi degli Italiani per fare campagna elettorale. Senza Viminale, #Salvini non sa più a che santo votarsi. Dopo il Sacro Cuore di Maria e il rosario ora posta foto con la figlia per ottenere like. Chiaro segnale di debolezza”, twitta il sentore dem pugliese Dario Stefano, già presidente della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *