Crisi di governo, Zingaretti ottimista ma resta lo scoglio Conte

“Io sono ottimista per natura”, ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, ad Amatrice dove si trova in veste di presidente della Regione Lazio e dove sta presenziando alla cerimonia per il terzo anniversario dal terremoto del 2016. Ma ha subito aggiunto: “Mi auguro non esista l’ipotesi del doppio forno” facendo capire che la trattativa con il Movimento 5 stelle per dare vita a un governo M5s-Pd e’ ancora in una fase interlocutoria. E che il punto piu’ delicato da risolvere e’ il nome del presidente del Consiglio dopo che, nella cena di ieri sera a tu per tu con Luigi Di Maio, il capo politico del Movimento 5 stelle ha insisito perche’ Giuseppe Conte resti al suo posto.

“Noi crediamo che sia importante aprire con tutte le nostre forze una nuova fase politica”, ha spiegato Zingaretti in un lungo post sul suo sito Facebook. “E’ necessario dare vita ad un governo di svolta, per il lavoro, per la crescita, che affronti la situazione politica con un nuovo modello per aprire una nuova stagione. Per questo abbiamo chiesto un governo in discontinuita’ con quello che ci ha visto tra gli oppositori. Per quanto riguarda i punti programmatici presentati, siamo disponibili e aperti ad ogni tipo di confronto. La sede nazionale del Pd e’ aperta e continueremo a lavorare per cercare di aprire una nuova stagione politica”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *