6 mila chili di medicine da Bologna al Venezuela

Ben 6.000 chili di medicine da Bologna al Venezuela per aiutare un popolo che da anni sta vivendo una vera e propria crisi umanitaria. Si tratta del contributo piu’ generoso che l’Associazione latinoamericana in Italia (Ali) abbia ricevuto negli ultimi cinque anni e che permettera’ di soddisfare le richieste delle numerose organizzazioni non governative che operano sul territorio, in primis Caritas Venezuela. “Ho incontrato Ali onlus questa primavera- spiega il direttore di Caritas Bologna, don Matteo Prosperini- e abbiamo deciso di sostenere questo progetto che ci sembrava inerente al mandato stesso della Caritas, che e’ anche quello di sostenere le questioni internazionali accendendo i riflettori su situazioni lontane di cui spesso qui in Italia non ne siamo a conoscenza”. In pochi mesi quindi, la Caritas di Bologna ha deciso di mettere a disposizione un contribuito economico per permettere al progetto “Ali per il Venezuela” di acquistare medicine che saranno poi gestiste dalle Caritas nel Paese sudamericano. Sono oltre quattro milioni i venezuelani che negli ultimi anni sono scappati per sfuggire alla miseria e alla criminalita’ del Paese in cui si contano oltre 25.000 omicidi all’anno. I venezuelani che sono riusciti ad andarsene, sia fuori dai confini nazionali ma anche in Europa, mandano ai loro familiari rimasti, oltre a denaro, anche medicine “perche’ sono introvabili o hanno prezzi inaccessibili”, spiega Ali onlus. “Ma la povera gente, che in Venezuela e’ la grande maggioranza e che non ha nessuno all’estero, vive e muore di stenti, e chi si ammala, per mancanza di farmaci e di cure, peggiora e soffre indicibili pene”, continua Ali spiegando perche’ in tutti i Paesi, tra cui l’Italia, in cui si sono rifugiati i venezuelani si siano costituite delle associazioni che raccolgono beni di prima necessita’ da spedire in patria. Sia per pregare per la condizione in cui versa la popolazione venezuelana che per “ringraziarsi a vicenda”, sabato scorso e’ stata celebrata dal parroco don Giulio Malaguti e da Prosperini, una messa nella chiesa dei santi Vitale e Agricola, nel quartiere San Vitale di Bologna. “A don Matteo Prosperini, alla Caritas diocesana di Bologna, va la nostra immensa gratitudine per la solidarieta’ e per il contributo che ci permettera’ di aiutare i nostri connazionali”, scrive Ali onlus in una nota, sottolineando che l’Italia “e’ il Paese che piu’ di qualsiasi altro al mondo ha procurato moltissime medicine, grazie alle politiche anti-spreco in vigore, che vengono poi distribuite nei dispensari delle Caritas presenti su tutto il territorio del Venezuela, dietro presentazione di ricetta e documento di identita’”

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *