La Sardegna prima in Italia per badanti locali

La Sardegna e’ la regione con il piu’
alto numero di badanti “locali”, rispetto a quelli che vengono da
altri Paesi. » uno dei dati diffusi oggi dalla Cisl, in vista del
convegno di Cassa colf, la cassa previdenziale dei lavoratori
domestici, in programma il 19 luglio prossimo a Cagliari. Secondo
i numeri del sindacato, sono 44.259 i lavoratori domestici
regolari registrati nel 2017 in Sardegna, in una regione dove gli
over 65 aumentano in numero considerevole di anno in anno:
attualmente sono circa 400.000, il 20% della popolazione. Tra i
lavoratori domestici, oltre 40.000 sono donne e, diversamente da
quel che accade in altre regioni d’Italia, in Sardegna la
percentuale degli italiani al lavoro nel settore dell’assistenza
familiare sfiora l’80% del totale. I badanti costituiscono il 66%
del totale dei lavoratori domestici.
Non solo. Ogni 10.000 abitanti, lavorano regolarmente in
Sardegna 268 tra colf e badanti, circa il 3%, percentuale piu’
alta tra le regioni d’Italia, dove la media e’ di 143 lavoratori
domestici ogni 10.000 abitanti (1,4%). Le famiglie sarde spendono
ogni anno 245 milioni di euro per il lavoro domestico regolare,
nona regione d’Italia nella classifica dei costi sostenuti dalle
famiglie per l’assistenza familiare (prima la Lombardia con 1
miliardo e 450 milioni, ultima il Molise con 12 milioni di euro).

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *