Azzurre mondiali: «Facciamo paura a tutti»

Domani l’attesissima sfida con il Brasile

Il Brasile si gioca tutto, l’Italia il passaggio migliore. Nel mondiale che ha gia’ scatenato la passione popolare, le azzurre giocano da protagoniste anche contro le verdeoro di Marta, donna simbolo e vero monumento del calcio declinato al femminile: i due successi con Australia prima e Giamaica dopo hanno garantito alla nazionale allenata da Milena Bertolini non solo di conquistare gli ottavi con un turno di anticipo, ma anche di arrivare al cuore dei tifosi. E adesso che l’operazione ‘love’ sta dando i frutti in termini di affezione, le azzurre alzano l’asticella: “L’Italia con noi si divertira’, siamo forti e ora facciamo paura a tutti” il grido della battaglia felice che arriva da Lille, dove la squadra prepara il match con il Brasile. Stesso albergo per le due nazionali che martedi’ sera si troveranno in campo allo Stade du Hinaut di Valenciennes gia’ sold out, ma attese diverse.

“Non credevo potessimo passare il turno con una partita di anticipo – dice Manuela Giugliano, centrocampista del Milan classe ’97 – ma ero consapevole del fatto che siamo una squadra forte e che facciamo paura a tutti. Arrivate sin qui punteremo sempre piu’ in alto. Quella con il Brasile e’ la partita piu’ importante perche’ vincere darebbe quel qualcosa in piu’ al nostro movimento e farebbe appassionare tanti italiani”. Una sfida comunque decisiva per il Gruppo C di Francia 2019, da dentro o fuori per il Brasile, ma importante anche per l’Italia che, gia’ qualificata aritmeticamente agli ottavi, non sa se sara’ promossa da prima della classe, da seconda o tra le quattro miglioriterze. Un risultato che determinera’ dove si giochera’ il prossimo step (a Montpellier il 25 giugno passando da prima, il 22 a Nizza qualificandosi come seconda, il 22 o il 23 a Grenoble o Le Havre da terza). E anche gli incastri piu’ o meno fortunati agli ottavi: il primo posto consentirebbe di sfidare un’avversaria piu’ morbida, il secondo metterebbe l’Italia di fronte alla seconda del gruppo A (probabilmente una tra Norvegia e Nigeria), mentre arrivando terze le azzurre rischierebbero di scontrarsi con le padrone di casa della Francia. Per chiudere il girone al primo posto all’Italia basta un pareggio, ma anche una sconfitta di misura qualora l’Australia non battesse la Giamaica con 5 o piu’ gol di scarto. Combinazioni a parte, Italia-Brasile, planata in prima serata anche su Rai 1, diventa un altro crocevia importante per testare il sempre piu’ crescente affetto intorno alla nazionale.

Giugliano crede in questa bella storia collettiva: l’azzurra, un concentrato di energia e tecnica (Nuvola Rossa e GianBurrasca i suoi soprannomi), ammirata da Del Piero e Pirlo, tra i brasiliani il preferito e’ Neymar, racconta le emozioni mondiali: “E’ bello giocare davanti a tanta gente, non siamo abituate, ma riusciremo a portare anche in Italia tutti questi spettatori. Le nostre armi in piu’ sono la tecnica, la tattica e il fatto che abbiamo la mentalita’ giusta, non abbiamo paura di affrontare squadre con una fisicita’ maggiore”. Quanto a Marta Giugliano racconta di averla vista “qui in hotel, le ho detto di stare attenta che siamo forti. Loro sicuramente non vorranno perdere, non dovremo abbassare la concentrazione. Per me e’ un’emozione unica giocare contro una giocatrice dello spessore di Marta: e’ fenomenale”. Per le azzurre parte una nuova mission: “Ci amano anche i francesi? Vogliamo far divertire la gente, l’Italia ha tanta tecnica e la tecnica fa divertire le persone”. Anche il Brasile e’ avvisato. (ANSA)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *