Metalmeccanici, Guglielmi: a Napoli 20mila in piazza

“Oltre 20mila le lavoratrici e i lavoratori che hanno partecipato al corteo dei metalmeccanici partito da piazza Mancini. Sono arrivati da tutte le regioni del Sud. Da Roma a Reggio Calabria. Dalle isole, Sicilia e Sardegna. Dall’Abruzzo, dalla Puglia, dalla Basilicata, dal Molise e dalla Campania. L’immenso corteo per le vie del capoluogo campano e’ stato aperto dai lavoratori della Whirlpool di Napoli che, in questi giorni, difendono il loro lavoro con determinazione. Con la consapevolezza che un pezzo importante e di eccellenza dell’industria partenopea va difeso ad ogni costo dalle logiche di delocalizzazione delle multinazionali”. Cosi’ in una nota, il segretario generale della Fiom Campania, Massimiliano Guglielmi. “Donne e uomini di tante realta’ metalmeccaniche campane – precisa Guglielmi – che rinunciando ad 8 ore di salario hanno chiesto al Governo e alle aziende: futuro per l’industria, lavoro e tutele. Caserta, Avellino, Salerno sono i territori che in questi anni hanno pagato il prezzo piu’ alto in termini di desertificazione industriale. Almeno 15 pullman sono arrivati soltanto da queste province campane. Tantissimi i lavoratori degli appalti. Persone che negli ospedali e negli enti pubblici non si vedono ma lavorano quotidianamente parche’ vengano garantiti tutti i servizi essenziali”. “Oltre 20mila metalmeccanici – conclude Guglielmi – che hanno chiesto a gran voce di cambiare verso, per davvero. Non c’e’ piu’ tempo. Il Sud non ha piu’ tempo. Una certezza, pero’ e’ stata lanciata da piazza Matteotti, in questa giornata piu’ calda del mese. Se non dovessimo essere ascoltati, ancora una volta andremo avanti con la lotta e con le mobilitazioni”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *