Conte: «Sull’autonomia regionale andiamo avanti»

Sull’autonomia “andiamo avanti senz’altro perché quando prendo un impegno lo porto a termine. Anche in questo caso quando ho detto ‘realizzeremo la riforma del regionalismo rafforzato’ avevo già chiara una direzione da percorrere e la stiamo attuando”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte intervistato a San Giovanni Rotondo da Francesco Giorgino.

“Bisogna capire bene – ha proseguito – come far intervenire il Parlamento che deve approvare le intese tra il premier e il governatore, deve cedere sovranità alla regione. Mettere il Parlamento di fronte all’intesa è disagevole, insidioso. Ci sembra più corretto coinvolgere anche preventivamente il Parlamento ed è quello che stiamo studiando. È una procedura nuova. Sui contenuti sicuramente realizzeremo e trasferiremo le
competenze che non pregiudicano il disegno strategico nazionale di poter perseguire una strategia di governo efficace. Dovremo garantire anche livelli essenziali di prestazioni a tutti,
evitare che lo strumento di riforma possa contribuire come effetto indesiderato ad acuire il divario tra nord e sud. Il Sud
non deve temere l’autonomia. Non possiamo deprimere il sud con questa riforma, dobbiamo garantire la coesione sociale e evitare che l’Italia proceda a geometrie variabili o a differenziata velocità”

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *