ilcor ads
Cerca in Google
|   TUTTE LE CATEGORIE  |  l'EDITORIALE  |  RUBRICHE  |  SPAZIO APERTO  |  FORUM  |  DAL MONDO  |  DALL'ITALIA  |  DALLE REGIONI  |  FOCUS  |  
Oggi e' Venerdi' 25 del mese di Aprile dell'anno 2014 - Sono le ore 02:10

23-04-2014 22:52

Omicidio di Mozzate, il killer ha confessato nel carcere di Como

(ANSA) – COMO, 23 APR – Dritan Demiraj, il panettiere albanese di 29enne di Rimini che il primo marzo scorso uccise la ex compagna Lidia Nusdorfi alla stazione ferroviaria di Mozzate, ha confessato di avere ucciso anche l’ultimo fidanzato della donna, Silvio Mannina, 30 anni, bolognese. Di Mannina si erano perse le tracce proprio in corrispondenza della morte della Nusdorfi. Demiraj è stato interrogato nel carcere di Como. Mannina fu attirato a Rimini alla vigilia del delitto dall’attuale convivente riminese di Demiraj.

23-04-2014 19:24

Deve scontare un anno di pena, comincerà la prossima settimana

(ANSA) – MILANO, 23 APR – Silvio Berlusconi ha firmato, nella sede dell’Uepe, il decreto che contiene le prescrizioni con cui viene dato il via all’affidamento in prova ai servizi sociali così come stabilito dal Tribunale di Sorveglianza di Milano. L’ ex premier deve scontare la pena di un anno per la condanna definitiva nel processo Mediaset. ”Inizierò la settimana prossima” così Berlusconi ha risposto a una domanda su quando comincerà ad assistere gli anziani ospiti nel centro di Cesano Boscone.

23-04-2014 17:35

Indice Ftse Mib a quota 21.675 punti

(ANSA) – MILANO, 23 APR – Chiusura negativa per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha ceduto l’1,18% a 21.675 punti.

23-04-2014 11:10

Il più alto dopo la Grecia al 175,1% del Pil

(ANSA) – ROMA, 23 APR – Deficit italiano al 3% sia nel 2012 che nel 2013, e debito in aumento dal 127% del 2012 al 132,6% del 2013: sono i dati diffusi da Eurostat sulla base della prima notifica 2014 comunicata dal Governo. Eurostat sottolinea come il debito italiano sia il più alto dopo quello della Grecia.

23-04-2014 09:06

Indice principale a 21.885 punti in avvio

(ANSA) – MILANO, 23 APR – La Borsa di Milano apre in calo. L’indice Ftse Mib cede lo 0,21% a 21.885 punti.

22-04-2014 18:14

“Da proiettili insorti filo-russi”, dice ministero Difesa

(ANSA) – KIEV, 22 APR – Un aereo militare Antonov-30 ucraino è stato colpito “da diversi proiettili” mentre compiva “un volo di osservazione” a Sloviansk, città dell’Ucraina orientale in mano agli insorti filorussi. Lo fa sapere il ministero della Difesa ucraino sul suo sito web ufficiale. Al momento non risultano comunque conseguenze per il velivolo.

22-04-2014 13:34

Ha già diretto due volte bianconeri

(ANSA) – TORINO, 22 APR – Sarà il turco Cuneyt Cakir l’arbitro di Benfica-Juventus, l’andata delle semifinali di Europa League che si giocherà all’Estadio da Luz di Lisbona giovedì sera. Cakir ha già diretto due volte i bianconeri: in Europa League Sturm Graz-Juventus 1-2 nell’agosto 2010, in Champions Juve-Chelsea 3-0 l’anno scorso. A Lisbona Cakir sarà assistito dai suoi connazionali Bahattin Duran e Tarik Ongun, quarto uomo sarà Mustafa Emre Eyisoy.

22-04-2014 09:41

Oltre due ore di colloquio tra Ponomariov e delegazione Osce

(ANSA) – KIEV, 22 APR – I membri della commissione speciale di monitoraggio dell’Osce in Ucraina hanno incontrato ieri sera Viaceslav Ponomariov, il “sindaco popolare” dei filorussi a Sloviansk, una città dell’Ucraina orientale di fatto in mano alle milizie e agli insorti pro-Mosca. Lo riferisce Interfax. L’incontro è durato 2 ore e si è incentrato, tra l’altro, sull’accordo di Ginevra del 17 aprile (che prevede la consegna delle armi dai gruppi armati irregolari) e sulla detenzione del sindaco Nelia Shtepa.

22-04-2014 09:05

Bene Yoox e Bpm, poco mosse Intesa e Unicredit, giù il Banco

(ANSA) – MILANO, 22 APR – Avvio di seduta cauto per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,06% a 21.629 punti. Bene Yoox (+0,97%) e Bpm (+0,8%). Poco mosse Intesa (+0,41%) e Unicredit (+0,31%), debole invece Banco Popolare (-1,88%).

21-04-2014 14:06

Cambiano pelle, più consulenza meno ‘cassa’

(ANSA) – ROMA, 19 APR – Le banche spingono l’acceleratore sulla rottamazione degli sportelli, iniziata già da qualche anno sotto la spinta della crisi e delle transazioni online. Dopo i circa 800 persi dal 2007, nei prossimi anni è prevista la chiusura di circa altri 1.500, considerando solo i grandi istituti.Le filiali cambieranno con meno cassa e più consulenza.

keep looking »